Purè di fave e sivoni selvatici…la semplicità della cucina pugliese!

Food, top-news 0 1686
Purè di fave e sivoni selvatici...la semplicità della cucina pugliese.

Gli ingredienti fondamentali di questa ricetta sono le fave e i sivoni selvatici. I sivoni sono cicorie dal sapore amaro e, insieme alle fave, rappresentano alcuni tra gli elementi più poveri e antichi della cucina pugliese.

Con il loro sapore intenso e amarognolo, i sivoni esaltano perfettamente il gusto dolce delle fave.

Questo piatto riporta alla mente la vita rurale delle masserie e delle campagne pugliesi dove vengono raccolti i sivoni e dove le fave seguono un lungo processo di essiccazione naturale che prevede la loro esposizione al sole per diversi mesi.

Pur affondando le sue radici in un passato lontanissimo, la ricetta del purè di fave con i sivoni resta ben ancorata al territorio. Basti pensare che tutt’oggi le famiglie pugliesi dedicano un’intera giornata alla preparazione di questo piatto. Ed è proprio grazie a questa attenzione particolare al passato e alle tradizioni che gli antichi sapori di una volta superano indenni lo scorrere del tempo.

Se volete provare anche voi questo piatto senza tempo, ecco qui di seguito la ricetta…buona food experience!

 

Ingredienti per 4 persone:

300 g di fave bianche secche

2 patate

250 g di olio d’oliva

400 g di sivoni selvatici

Sale e acqua

Procedimento:

Mondare le fave e metterle in un tegame di coccio insieme alle due patate tagliate a tocchetti, ricoprire il tutto di acqua e lasciar bollire a fuoco lento per circa 20 minuti.

Per la buona riuscita del puré bisogna far attenzione a non rimestare mai le fave.

Colare poi la prima acqua e ricoprire ancora le fave con acqua fredda e sale. Portare ancora le fave a ebollizione e farle cuocere per altri 30 minuti.

I cultori del puré di fave a questo punto sbattono energicamente a mano con un lungo cucchiaio di legno tenendo fermamente il tegame fra le gambe e aggiungendo poco per volta i 250 g di olio.

Non tutti siamo adeguatamente preparati per questo, per cui si consiglia di passare le fave con un moderno passaverdure, rimetterle nel tegame di coccio e sul fuoco batterle aggiungendo poco a poco i 250 g di olio.

Nel frattempo lavare bene i sivoni selvatici sotto l’acqua corrente e lasciarli scolare, quindi pulirli, eliminando con il coltello la parte più dura. Eliminare anche le foglie più rovinate, tenendo solo quelle più belle e tenere.

Sbollentare i sivoni velocemente nell’acqua bollente e salata per qualche minuto, mescolando con un cucchiaio di legno. Appena saranno ben teneri, scolateli e serviteli con le fave.

La caratteristica del purè di fave è che può essere accompagnato da diversi contorni come verdure lesse, ortaggi fritti, insalate, sottaceti, sottoli ecc.

Buon appetito!!!

About the author / 

Alberobello Experience

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Lingua

Seguici su Twitter

Social Counter

Food Experience

Get in touch

Inserisci qui la tua email e iscriviti alla nostra mailing list per restare aggiornato su i nostri articoli.

Our Best Experience

Seguici su Instagram

Please check your Account Details and ensure your Instagram Account has photos